Newsletter
  
 
Eventi
Progetto C.E.P.e.R.C.
progetto C.E.P.e.R.C (Centro Eccellenza Prevenzione e Riabilitazione Cardiologica).... Continua
24/10/2011
 
 
Arresto Cardiaco Improvviso

L’arresto cardiaco improvviso (o “morte cardiaca improvvisa”) è un evento che colpisce nel mondo occidentale centinaia di migliaia di persone ogni anno. Per la maggior parte si tratta di individui in età compresa tra 45 e 65 anni, che una volta superato l’episodio acuto possono avere davanti a sé una valida aspettativa di vita, sia come durata che come qualità. I dati riportati in letteratura sono concordi nel dimostrare che queste persone, se soccorse prontamente ed in maniera adeguata, hanno buone probabilità di ripresa.

Nella città di Roma si stimano circa 3000 arresti cardiaci ogni anno, dei quali il 20% circa in luoghi pubblici.

La causa più frequente dell’arresto cardiaco extraospedaliero è la fibrillazione ventricolare, un’aritmia che, se trattata prontamente con il defibrillatore esterno automatico, puo’ essere reversibile. Pertanto la sola arma possibile per il trattamento dell’arresto cardiaco extraospedaliero è la attuazione rapida delle manovre di rianimazione cardio-polmonare e la defibrillazione precoce.

Da queste considerazioni deriva la necessità della diffusione della cultura dell’emergenza cardiologica organizzando anche corsi di BLSD (Basic Life Support with Defibrillator) per SANITARI ma anche per la popolazione non sanitaria (LAICI).
 


CORSO PER IL CONSEGUIMENTO DEL CERTIFICATO IRC

 Italian Resuscitation Council 

Catena_Sopravvivenza.png

Obiettivo del corso è acquisire:

  1. conoscenze teoriche
  2. abilità pratiche nell'esecuzione delle tecniche di Rianimazione cardio-polmonare (RCP)
  3. schemi di comportamento (sequenze)  in accordo con le linee guida internazionali (ERC, ILCOR 2005)