Newsletter
  
 
Eventi
Progetto C.E.P.e.R.C.
progetto C.E.P.e.R.C (Centro Eccellenza Prevenzione e Riabilitazione Cardiologica).... Continua
24/10/2011
 
 
La Dieta

Curiosità, Note, Consigli, Informazioni 

Questa rubrica non dà diete di riferimento, vuole solo essere una informativa veloce su alcune norme comportamentali dietetiche utili al nostro organismo, atte ad evitare l'insorgere di eventi cardiologici.

Ippocrate diceva: "Il cibo deve essere la nostra medicina"
 
 
Breve memorandum da osservare durante le feste:
  • Se siete impegnati nella preparazione di un pasto, preferite le cotture al vapore, alla piastra, alla griglia o al forno, evitando le fritture, consiglio valido per la preparazione di carne, pesce e verdure;
  • Condite utilizzando oliva extravergine a crudo, dosandolo sempre. Sostituite dove possibile l’olio con l’aceto balsamico o il limone;
  • Prediligete il pesce piuttosto che la carne, e scegliete per il menù ricette che prevedano l’utilizzo di verdure, alimenti integrali e legumi;
  • Limitate al minimo i salumi, gli antipasti elaborati e i formaggi grassi e attenzione a non abusare con gli alcolici (facilitano l'assorbimento dei grassi);
  • ricordate che per consumare dei dolci è bene scegliere le prime ore della giornata, avrete più tempo per bruciarli;
  • attenzione alle quantità dei piatti, una porzione ha già un apporto calorico molto alto, evitate i bis !
  • scegliete dolci a base di frutta e se potete evitate i dolci che contengono crema;
  • evitate di fare piccoli assaggini di alimenti diversi perchè sarà più difficile tenere sotto controllo le porzioni;
  • attenzione alla quantità di frutta secca, contiene degli ottimi acidi grassi, ma va consumata in modeste quantità (sopratutto se a fine pasto);
  • non digiunate nei pasti successivi o precedenti a pasti molto abbondanti ma compensare con degli alimenti leggeri e molta verdura;
  • ricordate di bere sempre molta acqua, anche durante i pasti.
  • 1 fetta di panettone  ha un valore calorico pari a 300 calorie che equivale a circa 45 min. corsa, per cui durante queste feste non dimenticate di fare attività fisica;
  • Infine, vivete con serenità i giorni di festa, ricordando che un pasto (il pranzo di Natale o il cenone di fine anno) non incide sulla dieta l'importante è rispettare un'alimentazione corretta durante tutti gli altri giorni.  
 
 


10 regole per la salute

Sovrappeso, diete, disturbi alimentari, ormai si scrive tantissimo su questo argomento e si rischia di cadere nel banale scrivendone ulteriormente; tuttavia è fondamentale l’educazione al benessere e la divulgazione di un’informazione che miri alla consapevolezza relativa a cosa e come mangiamo.

L’Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI) ha diffuso dieci norme di comportamento nell’ambito di una campagna per contrastare l’obesità, regole che ci aiutano ad orientarci. Vediamole brevemente:

 

1.       Muoversi. Preferire una regolare attività fisica perché il corpo in tal modo riesce a consumare le giuste calorie, spesso chi mangia costantemente in modo ipocalorico non riesce a perdere qualche chilo proprio perché il corpo si adatta alla quantità di cibo che ingerisce;
 
2.       Attenzione ai condimenti. Preferire il loro uso da crudi e prendere l’abitudine di misurare l’olio tramite il cucchiaio (evitare di versarne ad occhio!). Di solito un cucchiaio (anche di sugo o salsa) basta per una persona. Utilizzare tecniche di cottura semplici che necessitino di pochi grassi;
 
3.       Non eliminare i cibi cosiddetti ingrassanti. Pasta, pane e patate, se consumati in dosi giuste e con poco condimento, saziano e sono poco calorici;
 
4.       Frazionare maggiormente i pasti. E’ sconsigliato arrivare ai pasti principali con molta fame, è meglio consumare una buona colazione al mattino e prendersi il momento per un spuntino sia mattutino che pomeridiano. Evitare cene abbondanti;
 
5.       Tanta verdura, ma attenti alla frutta. La verdura, oltre che essere poco calorica, contribuisce al senso di sazietà e dovrebbe essere consumata ad ogni pasto. La frutta invece è sì indispensabile, ma bisogna fare attenzione alle calorie e agli zuccheri in essa contenuti. In genere meglio non superare i 3 o 4 frutti al giorno;
 
6.       Ridurre l’alcool. Esso riduce l’eliminazione dei grassi, meglio consumare acqua e bere un bicchiere di vino o di birra solo saltuariamente;
 
7.       Consumare pesce in abbondanza, almeno 2 volte alla settimana;
 
8.       Imporsi degli obbiettivi di perdita di peso accettabili. E’ un buon metodo quello di regolarsi con i vestiti appena dismessi perché troppo stretti. Non diventare però ossessionati dalla bilancia;
 
9.       Masticare lentamente bocconi piccoli. Viene favorita la digestione ed il senso di sazietà dura più a lungo;
 
10.    La diminuzione di peso deve essere il più possibile graduale per non minare lo stato di salute. Ad esempio per una persona obesa è sufficiente ridurre di 500 Kcal il fabbisogno giornaliero per avere una diminuzione media di circa 4 etti alla settimana per arrivare così ad una perdita di peso corporeo del 10% in circa 6 mesi. 

 

Consulta anche le linee guida peu una sana alimentazione sul sito www.inran.it