Newsletter
  
 
Eventi
Progetto C.E.P.e.R.C.
progetto C.E.P.e.R.C (Centro Eccellenza Prevenzione e Riabilitazione Cardiologica).... Continua
24/10/2011
 
 
Fattori di Rischio Cardiovascolari

 

I più comuni nemici del cuore sono:

  • Il fumo prima causa di morte nel mondo occidentale 
  • Il diabete 
  • L'ipertensione arteriosa 
  • L'ipercolesterolemia
  • Il sovrappeso / obesità
  • La sedentarietà
  • Lo stress
 
 
Fattori di Rischio Cardiovascolare:  

Cosa si intende per fattore di rischio cardiovascolare ?  (continua)

Quali sono i fattori di rischio cardiovascolare ?  (continua)

 

Insufficienza Cardiaca

Cosa è l'insufficienza cardiaca ?  (continua)

Quali sono le manifestazioni fondamentali dell'IC (insufficienza cardiaca) ?  (continua)

Quali sono le cause fondamentali dell'IC (insufficienza cardiaca) ?  (continua)

Cosa sono le classi NYHA ?  (continua)

 

Pressione Arteriosa

Cosa è la "pressione arteriosa (PA)" ?  (continua)

Come reagisce il cuore quando deve lavorare di più a causa della (PA) pressione arteriosa ?  (continua)

Cosa è l'arterosclerosi ?  (continua)

Cosa si intende per pressione sistolica ?  (continua)

Cosa si intende per pressione diastolica ?  (continua)

La pressione alta può provocare degli aneurismi ?  (continua)

La pressione varia durante il giorno e la notte ?  (continua)

La pressione va misurata in momenti diversi della giornata ed in più giorni ?  (continua)

Quanto deve essere la (PA) pressione arteriosa ottimale ?  (continua)

Quando si parla di ipertensione ?  (continua)

I soggetti normali possono avere saltuariamente la pressione alta ?  (continua)

Perchè la pressione alta è detta "Killer silenzioso"  ?  (continua)

La pressione arteriosa provoca danni alle arterie ?  (continua)

Dove provoca danni la pressione alta ?  (continua)

              

Correzione dei fattori di rischio:
  • Importanza dei cibi nella prevenzione
  • L'utilità della ginnastica
  • L'importanza del Sale

 

 

 

Cosa si intende per fattore di rischio cardiovascolare ?

Per fattore di rischio cardiovascolare si intende la presenza di fattori che aumentano la probabilità di insorgenza e sviluppo della cardiopatia.

 

Quali sono i fattori di rischio cardiovascolare ?

I fattori di rischio cardiovascolare si dividono in:


Fattori non modificabili:

- la familiarità: il rischio di malattia coronarica è tanto maggiore quanto più diretto il grado di parentela con un individuo già colpito
- l’età ( il rischio aumenta con l’età)
- Il sesso (sopratutto maschile e la donna dopo la menopausa)

Fattori di rischio modificabili

- Il fumo (prima causa di morte  del mondo occidentale evitabile)
- Il diabete
- L’ipertensione arteriosa
- L’ipercolesterolemia
- L’obesità
- La sedentarietà
- Lo stress

 

Cosa è l’insufficienza cardiaca ?

L’insufficienza cardiaca è una sindrome complessa che può risultare da qualunque disordine strutturale o funzionale che alteri la capacità del ventricolo di riempirsi di sangue e di espellerlo.

 

Quali sono le manifestazioni fondamentali dell’IC (insufficienza cardiaca) ?

Le manifestazioni fondamentali dell’IC sono l’affanno e l’astemia che possono limitare la tolleranza all’esercizio e la ritenzione idrica che può condurre a edema polmonare e a edemi periferici (gambe e ascite addome).

 

Quali sono le cause fondamentali dell’IC (insufficienza cardiaca) ?

Le cause fondamentali dell’IC sono soprattutto la cardiopatia ischemica, ma anche cause ischemiche come ipertensione arteriosa, malattia valvolare, tossine miocardiche o miocardite o possono non avere una causa evidente come nella cardiomiopatia dilatativa idiopatica.

 

Cosa sono le classi NYHA ?

Le classi NYHA sono un sistema di classificazione per quantizzare il grado di limitazione funzionale causato dalla insufficienza cardiaca. Si va dalla classe I quasi normale alla classe IV la più compromessa.

 

Cosa è la “pressione arteriosa (PA)” ?

E’ la pressione esercitata dalla colonna di sangue sulle pareti delle arterie al fine di portare l’ossigeno e le sostanze nutritizie ai vari organi: infatti è più corretta la denominazione “pressione arteriosa (PA)”.

 

Come reagisce il cuore quando deve lavorare di più a causa della (PA) pressione arteriosa?

Può ispessirsi e ridurre il suo volume (ipertrofia del ventricolo sn) e non riuscire a pompare tutto il sangue di cui l’organismo ha bisogno ( disfunzione ventricolare sn).

 

Cosa è l’arterosclerosi?

L’eccessiva pressione del sangue può alterare la superficie interna delle arterie facendone ispessire e indurire le pareti, tale condizione può causare a sua volta aumento pressorio.

 

Cosa si intende per pressione sistolica ?

La PA massima, dovuta essenzialmente alla contrazione del cuore: essa oscilla tra 100 mmHg e 140 mmHg.

 

Cosa si intende per pressione diastolica ?

La PA minima, dovuta alla resistenza delle arterie: essa oscilla tra 60 mmHg e 80 mmHg.

 

La pressione alta può provocare  degli aneurismi ?

Si, lo stress sulle pareti può sfiancare le pareti arteriose determinando una protuberanza o aneurisma.

 

La pressione varia durante il giorno  e la notte?

Si, varia a seconda dell’ora del giorno e della notte seguendo un ritmo che non inizia per tutti nello stesso momento ma è legato alle abitudini di sonno e veglia  di ciascuno ed allo stress.

 

La pressione va misurata  in momenti diversi della giornata ed in più giorni?

Certamente, perchè la pressione può essere influenzata  da molti fattori.

 

Quanto deve essere la (PA) pressione arteriosa ottimale?

Inferiore a 120  la massima e 80 la minima

 

Quando si parla di ipertensione ?

Quando la (PA) pressione arteriosa  è superiore a 139 la massima e 89 la minima.

 

I soggetti normali possono avere saltuariamente la pressione alta ?

Si, qualche volta sotto sforzo o emozioni o sotto l’influsso di fumo, alcool, sali, liquirizia, farmaci, ecc..

 

Perchè la pressione alta è detto “Killer silenzioso” ?

Perchè inizia a provocare danni ben prima di causare disturbi.

 

La pressione arteriosa provoca danni alle arterie ?

Tutte le parti del corpo incluso il cuore hanno bisogno di arterie sane  che portino ossigeno  e nutrienti.
Se sono danneggiate  dalla pressione alta che preme con troppa forza contro le pareti delle arterie , si creano danni anche ai tessuti ed organi da loro irrorati.

 

Dove provoca danni la pressione alta?

Nel cuore, nelle arterie, nel cervello, nei reni, negli occhi, negli arti.
A volte i primi sintomi compaiono quando il danno è già stato provocato e si manifesta con un infarto, un ictus, una insufficienza cardiaca o renale o un problema di vista.